La Roma ritrova il suo splendore con Daniele De Rossi: Vittoria schiacciante contro il Cagliari con Paulo Dybala in grande forma!

La Roma ritrova il suo splendore con Daniele De Rossi: Vittoria schiacciante contro il Cagliari con Paulo Dybala in grande forma!
Daniele De Rossi

La magia della serata capitolina incornicia una Roma che pare rinata sotto l’egida del suo nuovo comandante, Daniele De Rossi. In una cornice di euforia e attesa, l’Olimpico assiste a uno spettacolo di calcio che si snoda con la fluidità di un racconto epico, una narrazione di gioco e passione che si intesse nei 90 minuti di una partita che può essere definita, senza timore di smentite, un vero e proprio capolavoro tattico.

Daniele De Rossi, terza battaglia alla guida dei giallorossi e terza vittoria che sa di conferma, di un percorso che sembra già segnato dal destino di un grande allenatore. La vittima di turno è il Cagliari, che naufraga sotto i colpi di una Roma che ritrova il suo antico splendore, un ritorno al 5° posto che sa di promessa per un futuro che si dipinge sempre più dorato.

Il fischio d’inizio è appena un lontano ricordo quando, al 2′ minuto, un lampo squarcia le difese avversarie: è Lorenzo Pellegrini a timbrare il cartellino, con un guizzo che sa di preludio, un inizio che incanta e promette. È il segnale che si attendeva, una scintilla a innescare quello che si rivelerà un fuoco pirotecnico di gioco e gol.

Ma è al 23′, con la platea ancora sospesa nel ricordo del primo acuto, che si innalza la figura di Paulo Dybala, principe di questa notte romana, che con un tocco tanto delicato quanto letale insacca il pallone alle spalle del portiere avversario. La Roma si libra in volo, e il Cagliari si scopre spettatore involontario di una sinfonia che ha come maestro il numero 21 giallorosso.

Un calcio di rigore epico: Paulo Dybala infiamma il cuore di Daniele De Rossi

Il secondo tempo si apre ancora sotto il segno della Joya, che al 51′ si incarica di trasformare in rete un calcio di rigore, sigillando il destino di una partita che ormai ha un solo padrone. La doppietta di Dybala è un sigillo, una certificazione di superiorità che porta con sé l’eco di un nome, quello di De Rossi, che da bordo campo dirige, ispira, placa e infiamma.

Non è ancora appagato l’appetito di una Roma che sente l’odore del successo e vuole la portata finale, servita al 59′ da un giovane, il difensore olandese Melle Huijsen, che con una zampata di prepotenza manda il pallone ad insaccarsi per il quarto gol, un colpo che squarcia le ultime speranze del Cagliari e che corona una notte di gloria per i giallorossi.

La curva della Roma canta, il cuore di quella parte di città batte all’unisono con la squadra, e il messaggio è chiaro: c’è un nuovo sceriffo in città, e il suo nome è Daniele De Rossi. L’uomo del tris perfetto, tre incontri e altrettante vittorie, un inizio che alimenta i sogni di tifosi e addetti ai lavori, una promessa di rinascita che si leva alta nel cielo della Capitale. La sfida è appena iniziata, ma l’aura di un destinato trionfatore aleggia già intorno a quest’uomo e alla sua Roma.