Il ritorno di Abraham spaventa Belotti: quale futuro per il gallo?

Il ritorno di Abraham spaventa Belotti: quale futuro per il gallo?
Belotti (Instagram gallobelotti)

Il teatro della Serie A potrebbe presto assistere a un nuovo atto di uno dei suoi protagonisti, il bomber Andrea Belotti della Roma. Le voci che rimbalzano da Trigoria, riportate tra gli altri da Sport Mediaset, portano con sé il profumo di novità, un susseguirsi di sussurri e congetture che delineano un possibile scenario di addio al giallorosso già nel corso della sessione invernale di mercato.

L’attaccante, approdato nella capitale sotto i riflettori di un contratto che avrebbe dovuto lanciarlo nuovamente verso lidi prestigiosi, non ha finora trovato il proprio spazio sotto la guida di José Mourinho. Il Tecnico, noto per le sue scelte nette e per una concezione del calcio che non lascia spazio a compromessi, sembra aver delineato un quadro tattico che non vede Belotti come punto fermo.

Il calciatore, che porta sulle spalle il peso di un passato glorioso con la maglia del Torino, dove si è affermato come uno dei centravanti più letali della sua generazione, sta vivendo un periodo di stallo. Le reti, che un tempo erano la sua firma in calce a ogni partita, ora sembrano un miraggio, un sogno che sfuma nel momento del tocco finale.

La Roma, intanto, continua il suo cammino in campionato e nelle competizioni europee con un attacco che non sembra risentire eccessivamente dell’assenza del “Gallo”. I compagni di squadra, guidati da un Pellegrini in stato di grazia e da un Abraham che sembra aver trovato la sua dimensione ideale, avanzano spediti verso gli obiettivi stagionali.

Belotti potrebbe trovare poco spazio

Alla luce di questo scenario, uno scenario che non vede Belotti protagonista come egli stesso avrebbe auspicato, è lecito interrogarsi sul destino del giocatore. Le sue qualità non sono in discussione; il suo fiuto per il gol è un talento naturale, una dote che non può essere semplicemente dimenticata o messa da parte.

Fonti vicine all’entourage del giocatore suggeriscono che ci potrebbe essere movimento all’orizzonte. Potenziali interessamenti da parte di club sia italiani che esteri iniziano a prendere forma, delineando un mercato che potrebbe offrire al giocatore la chance di rilanciarsi, di tornare a essere quello che tutti conoscono: un goleador implacabile, un guerriero dell’area di rigore.

L’addio a gennaio, una mossa che potrebbe sembrare azzardata, potrebbe invece rivelarsi una scelta vincente per tutte le parti coinvolte. La Roma potrebbe capitalizzare su un asset che, al momento, sembra sottovalutato; Belotti avrebbe la possibilità di riabbracciare quella continuità di prestazioni che lo ha reso grande; e il club acquirente, di godere delle gesta di un attaccante di razza pura.

Il calciomercato, si sa, è fatto di opportunità e di attimi che possono cambiare il destino di una carriera. E per Andrea Belotti, il cuore pulsante del Torino per tante stagioni e ora guerriero in cerca di riscatto sotto il cielo di Roma, il momento di una nuova sfida potrebbe essere più vicino di quanto si immagini. Sarà questo il gennaio del grande saluto? O il Gallo troverà il modo di far tornare il sole anche nella Capitale? Il futuro è ancora da scrivere, ma il sipario sull’atto romano di Belotti potrebbe già calarsi, lasciando spazio a un nuovo inizio.