Gianluca Rocchi: “la telecamera non ha dato certezza sul braccio di Pulisic

Gianluca Rocchi: “la telecamera non ha dato certezza sul braccio di Pulisic
Rocchi

Gianluca Rocchi, il designatore arbitrale, ha recentemente affrontato le decisioni arbitrali nel mondo del calcio durante un’intervista a “Open Var” su Dazn. Rocchi ha chiarito che la certezza è fondamentale quando si tratta di prendere decisioni, specialmente in situazioni controverse.

Rocchi ha spiegato che durante la partita tra Genoa e Milan, in cui il braccio del giocatore del Milan, Christian Pulisic, è stato oggetto di dibattito per un presunto tocco di mano in area di rigore, l’assenza di un’immagine che confermi la mano ha portato l’arbitro di campo a prendere una decisione basata sulla mancanza di certezza.

Ha affermato: “Non c’è la certezza del tocco di braccio di Pulisic, mi rendo conto che l’azione lasci molti dubbi, non sono nato ieri e ho arbitrato anche io, ma non essendoci una telecamera che dia la sicurezza vale la decisione del campo. Cerchiamo sempre la verità, laddove non la trovi non devi andare a sensazione.”

Questo sottolinea quanto sia cruciale la tecnologia nel calcio moderno, ma Rocchi ha ribadito che la tecnologia, inclusa l’assistenza del VAR, deve essere utilizzata solo quando si può garantire la certezza di una decisione. Ha menzionato un esempio recente in cui il VAR ha contribuito a prendere la decisione corretta riguardo a un rigore assegnato al Bologna contro l’Inter. Inutile dire che il gol convalidato a Pulisic ha scatenato moltissime polemiche, con Zangrillo, presidente del Genoa, che ha urlato tutto il suo disappunto ai giornalisti al termine della partita.

Rocchi ha dato una serie di spiegazioni sulle scelte arbitrali

Rocchi ha anche affrontato la situazione riguardante la mancata stretta di mano tra l’arbitro Juan Luca Sacchi e l’assistente Francesca Di Monte in una partita tra Lecce e Sassuolo. Ha chiarito che questa situazione è stata affrontata e risolta internamente all’associazione arbitrale, e che è importante non alimentare ulteriori polemiche in merito.

In conclusione, le parole di Gianluca Rocchi evidenziano l’importanza della certezza nelle decisioni arbitrali nel calcio moderno. La tecnologia è un valido aiuto, ma deve essere utilizzata con attenzione per evitare controversie. La discussione sul ruolo del VAR e sulle decisioni arbitrali continuerà a influenzare il mondo del calcio, ma la priorità rimane quella di garantire decisioni giuste e basate sulla certezza, promuovendo così un gioco più equo e trasparente per tutti gli appassionati.

Insomma, la speranza è che il VAR possa contribuire a dissipare dubbi in alcuni episodi, come quello di Genova, dove gli arbitri in tempo reale possono sbagliare. La sensazione è che i tifosi abbiano perso la pazienza e Rocchi e gli arbitri dovranno comunicare meglio la ratio dietro le proprie scelte.