Artem Dovbyk, il centravanti desiderato da Milan e Real Madrid per la stagione 2024/25

Artem Dovbyk, il centravanti desiderato da Milan e Real Madrid per la stagione 2024/25
Dovbyk (Instagram)

In quel di Milano, Madrid e Londra, le grandi metropoli del calcio europeo, si respira l’aria di strategie e sogni di gloria. Il motivo? Una singolare sinergia sta per realizzarsi nei corridoi dei club più blasonati. Milan, Real Madrid, Atletico Madrid, Arsenal, Tottenham e Chelsea condividono un obiettivo comune: trovare il 9, quel bomber di razza che possa condurli verso trionfi ed emozioni nella stagione 2024/25. Perché, come recita un adagio calcistico, non si può errare nella scelta di chi porterà il peso dei gol e delle aspettative.

Al centro di questo palpitante mercato estivo si staglia la figura di Artem Dovbyk, l’astro nascente del Girona, ormai non più un segreto per gli addetti ai lavori. Con numeri che incantano e una frequenza realizzativa che sfiora la media di un gol a partita, l’ucraino ha già inciso il suo nome nell’elenco dei cecchini più temuti della Liga.

Eppure, prima di diventare il faro luminoso nel firmamento catalano, Dovbyk ha sfiorato l’approdo in Serie A, corteggiato da club come Salernitana, Lazio, Bologna e, soprattutto, Torino. Quest’ultimo, in particolar modo, ne ha corteggiato la stazza e il talento per due sessioni di mercato, sfiorando l’intesa fino a vedere il gigante ucraino calcare la città della Mole. Ma il destino ha riservato ad Artem un altro cammino.

A 26 anni Dovbyk è pronto per una nuova sfida

Ora, a 26 anni, la sua è la stagione della consacrazione, l’anno in cui si è guadagnato un posto tra le stelle del panorama europeo, grazie a prestazioni che lo hanno reso oggetto del desiderio dei giganti del calcio continentale. Nel suo futuro si prospettano scenari in cui la sua grinta e la sua abilità nel far tremare le reti avversarie saranno al servizio di palcoscenici ancora più prestigiosi.

Non solo in Spagna si sono accorti delle sue qualità: anche l’Inter ha lanciato occhiate ammirate prima di virare su altri obiettivi, mentre l’Atletico Madrid e il Chelsea, seguendo le tracce della stampa inglese, sembrano intenzionati a costruire attorno a lui i loro progetti vincenti.

Il prezzo del suo cartellino? Si parla di una cifra non inferiore ai 40 milioni di euro, un investimento significativo, che il Girona spera di tradurre in una plusvalenza record, in linea con la politica di valorizzazione del talento che ha contraddistinto il club catalano.

Il calciomercato estivo è alle porte e le voci si rincorrono, alimentando la suspense e l’attesa. Una cosa è certa: il nome di Artem Dovbyk, già sulle labbra di tifosi e addetti ai lavori, risuonerà ancora a lungo nei dibattiti e nelle trattative. Sarà lui a indossare la maglia numero 9 e a incarnare le speranze di una di queste illustri società? La risposta a questa domanda è sospesa nel caldo alito dell’estate calcistica che verrà.