Allegri svela: ecco perché Chiesa gioca accanto a Vlahovic!

Allegri svela: ecco perché Chiesa gioca accanto a Vlahovic!
Federico Chiesa

Federico Chiesa, il talento senza eguali della Juventus, è guidato da un desiderio inestinguibile: segnare gol. Nel recente match contro l’Empoli, la sua fame di gol era palpabile. Ma non si ferma solo a quello: sembra che ogni volta che scende in campo, la sua missione principale sia quella di trovare la via del gol e far tremare le reti avversarie con tutta la sua energia travolgente.

Non è una questione di sfide personali, anche se Max Allegri gli ha lanciato la sfida di concludere la stagione con un numero di gol compreso tra 14 e 16. Piuttosto, sembra che per Chiesa segnare sia una necessità interiore, quasi come respirare. Dopo un anno e mezzo difficile, caratterizzato da infortuni, ritardi nel recupero, difficoltà tattiche e altre sfide, trovare la via del gol rappresenta per lui una liberazione, una maniera di cancellare ombre e paure.

Ma c’è ancora di più. Con quattro gol nelle ultime quattro partite in trasferta, Chiesa si avvicina ad una piccola, ma significativa, statistica detenuta da nientemeno che Cristiano Ronaldo. Se segnasse anche nella prossima partita fuori casa, raggiungerebbe il portoghese nella sua striscia di cinque gol consecutivi in trasferta con la maglia della Vecchia Signora. Tuttavia, nonostante queste cifre impressionanti, ciò che conta di più è il presente e il futuro. La prossima sfida della Juve è contro la Lazio, un vero banco di prova per la stagione in corso.

E poi ci sono gli impegni con la Nazionale. L’era di Luciano Spalletti è appena iniziata e Chiesa è tra i giocatori che si candidano a svolgere un ruolo chiave in quella che si prospetta come una formazione 4-3-3. Un ruolo da protagonista che gli permetterà di esprimere al meglio le sue naturali qualità.

Ma tornando alla Juve, la scelta di Allegri di schierare Chiesa come compagno d’attacco di Dusan Vlahovic sta già dando i suoi frutti. E c’è un dato particolarmente interessante: Chiesa non aveva mai segnato due gol nelle prime tre giornate di un campionato. Questo suggerisce che, in questo nuovo ruolo, Chiesa si senta finalmente a casa, libero di esprimere tutto il suo potenziale.

La sua fame di gol, la sua determinazione incrollabile e la sua voglia di vincere trasformano Chiesa in un vero e proprio fuoriclasse. Non c’è sfida che lui non voglia affrontare, non c’è record che non possa battere. Il futuro di Chiesa si preannuncia spettacolare, sia in maglia bianconera che in Nazionale. Non c’è dubbio che il calcio italiano abbia trovato un nuovo eroe, pronto a scrivere la sua leggenda con il suo talento smisurato.