Zamparini: “Non salta nessuno, ma qualcosa deve cambiare. Andremo lo stesso in A”

0
38
Palermo, Zamparini: "È un calcio malavitoso. Follieri? vi spiego...

Zamparini: “Non salta nessuno, ma qualcosa deve cambiare. Andremo lo stesso in A”

Parla Maurizio Zamparini. Il patron interviene dopo la sconfitta beffarda di Perugia (la terza consecutiva in campionato) e commenta la scelta presa a fine partita di mandare la squadra in ritiro a Coccaglio, scelta necessaria e scontata dopo il blitz di martedì scorso in città, ma definita non punitiva.

Intervistato dal Giornale di Sicilia, afferma: “Andremo in ritiro già da lunedì; non è una punizione, è per cercare di ritrovare il bandolo della matassa e per combattere la sfortuna. Quella che abbiamo avuto a Perugia è pericolosa: penso che il Palermo abbia fatto il miglior secondo tempo del campionato; l’allenatore del Perugia avrebbe messo la firma sullo 0-0 a 15′ dalla fine”.

Zamparini: “Prova di forza, questa è la strada giusta per la Serie A”

Tedino nonostante le tre sconfitte consecutive resta in panchina: “Non ci sono teste che rischiano di saltare, ma dobbiamo confrontarci un momento perché se creiamo poche palle gol pur giocando bene allora c’è qualcosa da rivedere. La settimana in ritiro servirà anche a questo: andremo lì combattivi. In questo momento girà così, ma cambierà”.

E sul fronte della squadra il pensiero torna sempre al mercato e al fallimento: “Vi ricordo cosa stiamo passando in questo momento. Siamo andati a cercare i giocatori e non ce li hanno voluti dare. Qualcuno l’abbiamo pure preso, ma Di Carmine, Haksabanovic, Puscas…. Ci è stato impossibile fare mercato, ma in Serie A ci andiamo lo stesso. Abbiamo una squadra da serie A”.

Leggi anche   Zamparini: "Io che Tengo in vita la Società prendo sputi in faccia.

E aggiunge: “Abbiamo chiuso da primi il girone d’andata e dopo quella sosta maledetta di 15 giorni abbiamo avuto un po’ di appagamento. In più c’è la sfortuna: tra Foggia e Perugia dovevamo avere 6 punti; quando la dea del calcio ti fa prendere gol al 91′ dopo che metti gli avversari nella propria area e non trovi una palla inattiva o una deviazione per segnare, va così”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here