Zamparini: “Lascio il Palermo in buone mani. Mi sento come un vedovo.

0
35
Zamparini: "Lascio il Palermo in buone mani. Mi sento come un vedovo.

Zamparini: “Lascio il Palermo in buone mani. Mi sento come un vedovo.

L’ex patron del Palermo Maurizio Zamparini ha parlato per la prima volta da quando la nuova proprietà si è palesata al tifo rosanero. Intervistato da PopEconomy ha lasciato poche dichiarazioni riguardo il suo addio al Palermo e sulla nuova proprietà.

“Ci si sente come un vedovo. Ho sposato Palermo per tanti anni quindi è difficile capire come mi sento in questo momento.Un ricordo che mi resterà è il cartello del tifoso allo stadio “Meazza” per la sfida contro il Milan che diceva Oh bello a San Siro sono, detto però in siciliano e in modo più colorito. Ringrazio Clive Richardson e Maurizio Belli che mi hanno permesso di lasciare bene il Palermo.

Lasciarlo in mani ad una società con possibilità economiche importanti per fare grandi progetti. Ringrazio Clive che sta a capo di questo gruppo importante che gestisce anche finanziariamente i giocatori che possono trovare un futuro nel panorama calcistico mondiale. Altre opzioni serie non ne ho avute.

Ho 77 anni e cercavo di lasciare. La piazza si era stancata di me, si dice che ci si stanca della moglie dopo 7 anni immaginiamoci di me dopo 16. Palermo è una città dove si può fare calci oa livello mondiale visto che ci sono milioni di tifosi sparsi in tutto il mondo. Stare fuori dal calcio?

Leggi anche   Szymiński: voglio resta a Palermo, qualunque sia la Categoria

Se mi stanco di starne fuori potrei sempre ritornare, mi sento ancora giovane dentro. Non andrò allo stadio a vedere le partite perchè non riesco emotivamente a reggere ma se qualche giornalista si vuole divertire e sentire la mia opinione sono sempre a disposizione”.

leggi anche
Loading...
Copy

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here