Zamparini lascia il Palermo: “A giugno non sarò più proprietario”

Zamparini si fa da parte”così titola l’edizione odierna del Giornale di Sicilia, riferendosi alle dimissioni di Zamparini da consigliere delegato della società: “Lo faccio perchè, come sapete bene, la mia intenzione rimane quella di cedere la società“, dice il patron rosanero in una intervista concessa a Benedetto Giardina.

Un passo indietro, dunque, e pieni poteri conferiti a Giovanni Giammarva: “Adesso che la situazione fallimentare è giunta al termine, dato che la Procura non ha presentato ricorso, ho dato a Giammarva la gestione della società. Mi fido assolutamente di lui, mentre io rimango il patron”.

Giammarva avrà deleghe di ordinaria amministrazione della società: “Avrà i poteri di amministrazione e firma per la società. Un po’ come Chiusano con Agnelli alla Juventus, per fare un esempio”. Il CDA del Palermo ha anche deliberato l’ingresso di Andrea Bettini  con l’incarico legale di seguire la cessione delle quote azionarie ai futuri acquirenti.

Il patron, però, precisa: “Bettini non è in contatto con nessuno, ma io sì. Lo studio Withers si occupa soltanto di trovare investitori all’estero”. Zamparini, infine, fa una promessa già sentita qualche tempo fa…: “Intanto, speriamo di andare in serie A. La certezza è che da giugno non sarò più il proprietario del Palermo“.

I rosanero, intanto, si preparano al match contro la Ternana: si va avanti con la difesa a 3 con i rientri di Jajalo e Szyminski. Per la corsa al secondo posto, Stellone si aggrappa ai gol di La Gumina, il “picciotto” che sta diventando un trascinatore, con già sei reti realizzate e che vuole continuare a segnare anche contro i suoi ex compagni della Ternana.

Leggi anche   Rispoli: “Nazionali? Consapevoli che Mancheranno giocatori importanti
leggi anche

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *