Serie A: Un altro club a rischio retrocessione, ipotesi ripescaggi sempre più concreta

0
1098
Serie A: Un altro club a rischio retrocessione, ipotesi ripescaggi sempre più concreta

Serie A: Un altro club a rischio retrocessione, ipotesi ripescaggi sempre più concreta

Il Procuratore federale e il Procuratore federale aggiunto hanno deferito al Tribunale federale nazionale – sezione disciplinare Luca Campedelli e Giorgio Lugaresi, rispettivamente presidenti del Consiglio di Amministrazione di Chievo Verona e Cesena, per “aver sottoscritto le variazioni di tesseramento di alcuni calciatori indicando un corrispettivo superiore al reale e per aver contabilizzato nei bilanci plusvalenze fittizie e immobilizzazioni immateriali di valore superiore al massimo dalle norme che regolano i bilanci delle società di capitali, condotte finalizzate a far apparire un patrimonio netto superiore a quello esistente alla fine di ciascun esercizio e ciascun semestre così da ottenere la Licenza Nazionale e l’iscrizione al campionato delle stagioni 2015/2016, 2016/2017, 2017/2018 in assenza dei requisiti previsti dalla normativa federale”. Deferiti altri 18 dirigenti di Chievo Verona e Cesena e le due società a titolo di responsabilità diretta e oggettiva. La responsabilità diretta comporta anche la retrocessione, situazione pesante dunque per il Chievo, il Cesena infatti è ad un passo dal fallimento.

SERIE A, LA SITUAZIONE E’ DELICATISSIMA, TRE CLUB A RISCHIO

Situazione delicata anche per il Parma. Nel mirino sono finiti i messaggi inviati da Calaiò agli avversari alla vigilia dell’ultima partita contro lo Spezia, ecco il contenuto dei tre sms: “ehi Pippein, non rompere il cazzein venerdì, mi raccomando amico mio”, “dillo anche a Claudien (Terzi), soprattutto con rapporto che avete con me”, poi un terzo messaggio, Calaiò si rende conto di aver commesso una sciocchezza e specifica che stava “scherzando”. Troppo tardi. Dopo un confronto con i collaboratori il procuratore Giuseppe Pecoraro ha formulato l’accusa più pesante che potrebbe portare ad una lunga squalifica nei confronti dell’attaccante ed alla retrocessione del Parma in Serie B, il processo prenderà il via entro i prossimi giorni.

Leggi anche   Lo Faso torna al Palermo: la Fiorentina non lo riscatterà

SITUAZIONE PARMA, TUTTI I POSSIBILI SCENARI

  • NESSUNA SANZIONE PER IL PARMA
  • UN PUNTO DI PENALIZZAZIONE, LA SQUADRA DI D’AVERSA ANCORA IN SERIE A
  • PIU’ DI UN PUNTO DI PENALIZZAZIONE, IN QUESTO CASO RETROCESSIONE PER IL CLUB DUCALE, TANTI CLUB IN CORSA PER L’EVENTUALE ‘RIPESCAGGIO’ TRA SQUADRE RETROCESSE DALLA SERIE A E SCONFITTE DAI PLAYOFF IN SERIE B MA I CLUB CON MAGGIORI CHANCE SONO PALERMO E CROTONE, POTREBBERO RIENTRARE IN CORSA ANCHE HELLAS E BENEVENTO. 

In ballo c’è anche la situazione legata al Frosinone, nel mirino il comportamento del club durante il ritorno dei playoff del campionato di Serie B contro il Palermo, tra atteggiamento antisportivo dei calciatori con i palloni lanciati in campo e fine anticipata della partita per l’invasione dei tifosi di casa. Il Palermo ha chiesto lo 0-3 a tavolino, la prima sentenza ha dato torto ai rosanero che però hanno subito deciso di presentare ricorso, domani dovrebbe arrivare la sentenza.

 

A RISCHIO DUNQUE LA SERIE A PER TRE CLUB: SI TRATTA DI PARMA, FROSINONE E CHIEVO, LA SITUAZIONE PIU’ DELICATA E’ QUELLA DI PARMA E CHIEVO. 

Caos per il campionato di Serie B. In questo caso la situazione più delicata è quella del Foggia. La richiesta della Procura è stata la retrocessione nel campionato di Serie C, da escludere il patteggiamento che prevedeva una forte penalizzazione nel prossimo campionato ed una salata ammenda, al momento il rischio retrocessione è altissimo. Secondo la ricostruzione Fedele Sannella avrebbe ricevuto e riciclato più di 350mila euro in contanti reimpiegandoli poi nel Foggia attraverso il versamento di somme in nero a calciatori, tecnico e procuratori che in seguito sono stati anche deferiti.

Leggi anche   Palermo, oggi la sentenza sul caso Parma

FOGGIA, TUTTI I POSSIBILI SCENARI

  • RETROCESSIONE IN SERIE C DEL FOGGIA, ENTELLA IN B
  • PENALIZZAZIONE FINO A 12 PUNTI, IL FOGGIA CONSERVEREBBE LA SERIE B
  • 13 PUNTI DI PENALIZZAZIONE: PARI PUNTI CON L’ENTELLA, FOGGIA SALVO PER GLI SCONTRI DIRETTI. 
  • DA 14 PUNTI IN SOPRA RETROCESSIONE IN SERIE C PER IL FOGGIA. LA SENTENZA E’ PREVISTA ENTRO LA PROSSIMA SETTIMANA. 

Può quasi considerarsi fallito il Cesena, problemi economici pesantissimi che non permetteranno al club l’iscrizione nel prossimo campionato cadetto, in più questo nuovo deferimento, situazione ormai compromessa, da verificare anche la situazione di altri club. Chance di ripescaggio per la stessa Entella, Pro Vercelli e Ternana, non per il Novara che non può presentare domanda per una penalizzazione subita nelle scorse stagioni, senza dimenticare il Siena, sconfitto nella finale playoff dal Cosenza. E poi come al solito c’è il caos del campionato di Serie C, almeno 4-5 club potrebbero non riuscire ad iscriversi.

di Stefano Vitetta

leggi anche

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here