Istanza di fallimento: Zamparini estingue il debito ed il Tribunale lo assolve dall’accusa

0
12
Palermo, Zamparini: "È un calcio malavitoso. Follieri? vi spiego...

Istanza di fallimento: Zamparini estingue il debito ed il Tribunale lo assolve dall’accusa

La partita doppia che vede il Palermo impegnato sia sul terreno di gioco che in sede di Tribunale non concede un attimo di sosta. Due team assorti nel tentativo di venire a capo di due sfide certamente complicate, dal cui esito dipendono presente e futuro del club

Da una parte la compagine di Tedino che, presumibilmente, dovrà sprintare fino all’ultimo scorcio di stagione per aver ragione sulle contendenti, Frosinone ed Empoli, e spuntarla a fil di traguardo in chiave promozione diretta.

Zamparini: “Prova di forza, questa è la strada giusta per la Serie A”

Dall’altra il team di legali incaricati da Maurizio Zamparini, capitanati dal presidente GiovanniGiammarva, di smontare la tesi della Procura di Palermo in merito all’istanza di fallimento depositata in Tribunale nei confronti del club. Una mission da portare a termine a tutti i costi per non pregiudicare sopravvivenza del club, titolo sportivo e prospettive future.

L’incontro a Bologna, in presenza dei periti super partes nominati dal Tribunale, con la controparte, sembra aver segnato un punto a favore del club rosa.

La situazione debitoria secondo la minuziosa memoria difensiva prodotta da legali, revisori e contabili del Palermo sarebbe nettamente inferiore (meno della metà) rispetto a quanto ipotizzato dai periti della Procura.

Altro elemento fortemente discordante è il reale valore del patrimonio calciatori, con il club che, anche in ragione degli attuali risultati in campionato, avrebbe integrato alla propria documentazione la stima dell’advisor specializzato nella valutazione delle rose di club professionistici, la Wallabies. Oltre 41 milioni il reale valore di mercato del parco calciatori tesserati per il Palermo secondo il noto organismo internazionale a dispetto dei 19 milioni stimati in un primo momento dalla Procura.

Leggi anche   Palermo, Zamparini: "È un calcio malavitoso. Follieri? vi spiego...

Se quanto prodotto dal dossier difensivo del club di Zamparini fosse confermato e vidimato dai periti del Tribunale non sussisterebbero stato di insolvenza e deficit patrimoniale, elementi alla base dell’istanza di fallimento depositata dalla Procura nei confronti del Palermo calcio.

Intanto, il patron friulano incassa un altro punto a suo favore.

L’assoluzione dall’accusa di mancato pagamento dell’Iva per circa 2 milioni di euro nel 2014 dalla quinta sezione del Tribunale di Palermo.

Altro step importante nel percorso verso la risoluzione dell’intricata vicenda giudiziaria, come riporta l’edizione odierna del “Giornale di Sicilia”: il debito una volta pagato da Maurizio Zampariniha estinto anche la violazione penale collegata all’evasione, con il giudice che ha accolto la tesi e la richiesta dell’avvocato Enrico Sanseverino, dichiarando estinto il reato per pagamento debitore. Una decisione presa da Zamparini in persona per alleggerire la situazione a carico del Palermo e soprattutto dare sostegno alla tesi difensiva dei rosanero in sede di iter fallimentare, eliminando uno degli elementi di maggior rilevanza”.

 

Loading...
Copy

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here