Inchiesta Palermo: Per il gip Il club è ancora di Zamparini

0
48
Zamparini

Comanda sempre Zamparini 
Il patron resta ai domiciliari

Il giudice definisce la cessione agli inglesi, poi naufragata, “una partita di giro”.

 La cessione fallita agli inglesi e la nomina di Daniela De Angeli? “Una partita di giro”. Così il giudice per le indagini preliminari Gioacchino Scaduto definisce le vicende del Palermo Calcio.

Tanto basta per respingere la richiesta di scarcerazione di Maurizio Zamparini che resta ai domiciliari. “L’indagato al termine della descritta partita di giro – scrive il Gip Gioacchino Scaduto nelle motivazioni – si è ritrovato, direttamente o indirettamente, attraverso persone di sua assoluta fiducia nella piena disponibilità della società e quindi nella concreta possibilità di condizionare, come in passato, le vicende societarie”.

Il riferimento è alla nomina, una volta naufragata la vendita agli inglesi,dell’amministratore delegato Daniela De Angeli, storica collaboratrice di Zamparini, e di Rino Foschi alla presidenza. Il giudice definisce gli inglesi della Sport Capital Group Investiments ltd “soggetti nella migliore delle ipotesi inaffidabili”.

Il patron friulano, dunque, merita di restare ai domiciliari. Il procuratore Francesco Lo Voi, l’aggiunto Salvatore De Luca e i sostituti Dario Scaletta e Andrea Fusco  avevano dato parere negativo all’istanza degli avvocati. Nulla è cambiato rispetto a quando è stata applicata la misura cautelare. Da allora “nessun fatto nuovo”. Non può essere considerato tale, ai fini del quadro cautelare, neppure l’intervento degli imprenditori Mirri che hanno sborsato i soldi che hanno consentito il pagamento degli stipendi, allontanando l’incubo della penalizzazione. I Mirri hanno anche ottenuto una opzione per l’acquisto dell’intero capitale sociale che scadrà il 15 marzo. Fino a quando non si concretizzerà il passaggio societario tutto resterà invariato.

Leggi anche   Crisi rosanero, Palermo punito: tutti in ritiro

Zamparini si conferma il “dominus che continua a mostrare metodi opachi per il perseguimento dei propri interessi e la sua palese noncuranza per le iniziative in corso da parte delle varie autorità interessate alla vicenda”.

livesicilia.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here