Emanuele Filippini: Non è giusto che lo Stadio sia vuoto

0
18
Emanuele Filippini: Non è giusto che lo Stadio sia vuoto

Emanuele Filippini: Non è giusto che lo Stadio sia vuoto

L’ex rosanero (gemello di Antonio) introduce la sfida da doppio ex tra Palermo e Brescia, tra un retrospettiva sul suo passato in rosanero e l’analisi cose buone  meno buone successe in questi anni sia a Brescia che a Palermo.

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Filippini non dimentica il clima del Barbera in quel 2004: “Io e Antonio arrivammo a gennaio con Grosso eabbiamo vissuto un momento incredibile in una città che ribolliva per una Serie A che mancava da 32 anni. Ancora oggi a distanza di anni, quando incontriamo qualche palermitano, venia-mo ringraziati per quella stagione”.
Emanuele Filippini: Non è giusto che lo Stadio sia vuoto
Emanuele Filippini: Non è giusto che lo Stadio sia vuoto

Adesso però il confronto sembra impietoso: “Allo stadio c’erano 30 mila spettatori che ti trascinavano verso le vittorie. Oggi non capisco: un vero tifoso deve sempre appoggiare la propria squadra, anche perché lo merita per quello che sta facendo. Se hai voglia di contestare Zamparini, fallo con gli striscioni, ma disertare lo stadio non è giusto per quanto stanno facendo allenatore e giocatori”.

E sulla sfida di sabato dice: “Sulla carta il pronostico è scontato, il Palermo è nettamente favorito e andrà in A, a patto che non abbia cali di concentrazione; giocherei X2. Il Brescia ha perso in casa e ha bisogno di punti. Cellino? Credo che gli vada detto grazie, perché ha salvato il Brescia dal fallimento. Arrivato a fine mercato, non ha potuto operare in modo decisivo. Tutti questi scossoni in panchina non fanno bene a una squadra abbastanza giovane, ma è un istintivo e mette passione”.

Leggi anche   Palermo Retrocesso in C: Foschi: Una sentenza Vergognosa!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here