A rischio la Gara contro il Foggia. Mancano i soldi per le spese, e Facile non si vede

0
122
Palermo-Lecce
Palermo-Lecce

La gara tra Palermo e Foggia a rischio

Un articolo apparso sulla Repubblica proietta il Palermo in una situazione paradossale e critica in casa Palermo con addirittura la difficoltà di trovare le risorse economiche per la gara contro il Foggia

Oltre alla tempesta delle Figc che se non cambierà le norme sulla cessione dei club o i rosanero saranno nei guai

Una situazione talmente difficile che in questa fase è impellente trovare trentamila euro per la far fronte alle spese che si porta dietro la partita con il Foggia in programma allo stadio “Barbera” il prossimo 4 febbraio.

Tra i creditori del Palermo, infatti, ci sono quelle ditte che forniscono i servizi per le partite. Tra questi la ditta che sovraintende alla manutenzione dello stadio, quella che cura il campo, quella che è addetta al gasolio, quella che esegue la pulizia, quella che cura il prefiltraggio, quella degli steward ecc…

Tutte società che, a vario titolo, avanzano soldi dal Palermo e hanno minacciato di sospendere il servizio se il loro crediti non verranno soddisfatti […] Dei nuovi dirigenti negli uffici del “Barbera” non si vede nessuno da giorni.

Gli inglesi, dopo il profluvio di foto, post e messaggi dal campo e dagli uffici di viale del Fante e da Boccadifalco, si sono volatilizzati da tempo e difficilmente si faranno vedere in questi giorni. Chi aveva dato segni di operatività, vale a dire l’amministratore delegato Emanuele Facile è da giorni impegnato altrove.

Leggi anche   Palermo, ora è crisi. “Squadra in ritiro, ma a cosa serve?”

E quindi, per chi vive all’interno degli uffici, è diventato difficile avere degli interlocutori presenti. E quindi, per chi vive all’interno degli uffici, è diventato difficile avere degli interlocutori presenti. E così, chi vuole veramente bene al Palermo e chi vede a rischio anche il proprio posto di lavoro, ha deciso di rimboccarsi le maniche e coinvolgere direttamente il sindaco Orlando come garante.

Lo stesso Orlando che, da quando c’è stato il cambio di proprietà, non ha mai voluto incontrare i nuovi dirigenti del Palermo e che, di recente, ha detto no anche a un colloquio con l’amministratore delegato Facile”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here