Slider

NTP Recent Tube

Ultime news

Calciomercato

Palermo Calcio News

Champions League

Mondiale

Notizie Calcio

» » » Contestazione tifosi contro Zamparini e Giocatori. Zamparini replica:“Così finirete in Serie C”

“Un’accoglienza calorosa”, esordisce sarcasticamente l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport. Il Palermo, al ritorno in città dopo il breve ritiro in quel di Bad, è stato accolto da un gruppo di circa 300 tifosi davanti i cancelli dell’impianto militare di “Tenente Onorato”. Un muro creato dagli ultras, con l’intento di boicottare un allenamento che alla fine si è svolto “regolarmente”. Una contestazione partita alle 15.30, con scritte e cori contro Maurizio Zamparini.

Risultati immagini per cori contro zamparini
Ultrà Palermo contro Zamparini e Giocatori:  Zamparini risponde,“Così finirete in Serie C”
Protesta andati avanti per tutto il pomeriggio, con i tifosi che hanno bloccato alcuni giocatori al loro arrivo al campo d’allenamento, costringendoli a fare marcia indietro. Posavec, Balogh, Aleesami ed Embalo (tra gli altri) non sono riusciti ad entrare. “La Questura visionerà i filmati per individuare i protagonisti della protesta a Boccadifalco e avviare le indagini”, sottolinea la Rosea. Quella di ieri embra essere solamente comunque una tappa di una contestazione che andrà avanti a lungo
Del resto il rapporto tra i tifosi e Zamparini si è rotto mai da tempo. La retrocessione e il mancato closing hanno solamente reso solamente ancora più aspro uno scontro che non sembra avere fine. Lo dimostra il “boicottaggio” della campagna abbonamenti, risultata un flop in questi suoi primi giorni. Anche le testimonianze sul web dimostrano un’insofferenza verso la presenza diventata ormai ingombrante dello stesso Zamparini al vertice del club. Insofferenza strettamente legata alla diffidenza, scetticismo e dubbi relativi alle potenzialità della squadra in vista del prossimo campionato di Serie B.
La contestazione di ieri ha comunque provocato una reazione, anche abbastanza dura, dello stesso Zamparini. Il patron, attraverso un comunicato, ha definitivo i 300 tifosi presenti a Boccadifalco “un gruppo di delinquenti”. Al patron non è andata giù non tanto la contestazione nei suoi confronti ma l’aver impedito alla squadra di allenarsi. Un blocco che ha portato il patron friulano a chiedere l’intervento delle istituzioni, minacciando anche la Serie c.
stadionews.it

«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento:

Leave a Reply